Cosa fare se si trova un gatto investito


Il Dipartimento Veterinario di ATS Bergamo garantisce gli interventi di pronto soccorso dei gatti che vivono in libertà o di proprietà al momento sconosciuta ritrovati feriti, ammalati o in seria difficoltà.

Durante le ore di reperibilità della Polizia Locale del Comune di ritrovamento, contattare la stessa e chiedere che venga allertato il servizio del Dipartimento Veterinario.

Negli orari di non reperibilità della Polizia Locale, contattare il 112 (Numero Unico per le Emergenze) e chiedere di essere messi in contatto con le Forze dell’Ordine e successivamente con il servizio di recupero animali.

Se ne ricorrono le condizioni, il veterinario del Dipartimento intervenuto sul posto potrà disporre il ricovero temporaneo dell’animale presso il Canile / Gattile Sanitario ai fini degli accertamenti o procedure mediche necessarie in base alle condizioni del soggetto.  Questi, una volta ristabilitosi, verrà nuovamente liberato sul territorio se selvatico: Se dovesse invece trattarsi di animale domestico e non riconosciuto da un proprietario, nella maggior parte dei casi verrà inviato presso il nostro gattile per cercare idonea adozione.

 

Consigli pratici per un responsabile: Fai da Te

Soccorrere un gatto investito è un segno di grande civiltà. Innanzitutto se il gatto è in mezzo alla strada avvicinarsi cautamente ed avvolgerlo in una coperta e spostarlo.

Se il gatto fosse ancora vivo, portarlo dal veterinario più vicino (avvolto in una coperta, oppure in una scatola di cartone o in un borsone): il più delle volte i veterinari in casi del genere chiedono solo il rimborso delle spese vive, cioè il costo dei farmaci o della iniezione eutanasica.

Se si hanno le possibilità farlo curare dal veterinario e portarlo poi a casa per la convalescenza e lasciarlo in una stanza silenziosa e nella penombra per qualche giorno.

Sfamatelo con del cibo adatto, una ciotola con dell’acqua fresca ed una lettiera pulita.

Non dimenticate che il gatto è terrorizzato e potrebbe mostrarsi aggressivo per la paura o per il dolore.

Se il gatto si riprende, e sta bene, rilasciarlo nella zona dove lo si è trovato, oppure se è possibile ed il gatto è docile e domestico, cercare di farlo adottare.

Se il gatto invece è morto, spostarlo sui bordi della strada, impedendo così che altre auto facciano scempio del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *